I videogiochi hanno ucciso i giochi di ruolo cartacei?

Per quanto ancora in vita, nessuno può negare che il gioco di ruolo cartaceo non goda di buona salute come negli anni 80 e 90. Certo anche all’epoca si trattava di una passione di nicchia, lontana dai grandi numeri, ma che comunque riusciva a tenere in vita case editrici e, in parte, negozi specializzati. Oggi (ma in realtà già dalla seconda metà degli anni 90) i negozi che vendevano di giochi ruolo, quei pochi che sono rimasti in piedi, campano grazie a giochi di carte, giochi da tavolo, manga, cofanetti di anime, action figures, statuine, statuette, miniature e in fondo in fondo in fondo alla lista quando in un mese riescono a vendere un manuale di un qualsiasi GDR è grasso che cola.

Se prima quindi si trattava di un mercato di nicchia ma che riusciva a stare in piedi, oggi una casa editrice come Chaosium è costretta Continua a leggere

Annunci

Due parole su: Malleus Monstrorum (recensione)

mal

Tra i supplementi fondamentali del Richiamo di Cthulhu uno dei più ricercati è senza dubbio l’imponente compendio di 300 pagine sulle creature lovecraftiane. Malleus Monstrorum, uscito nel 2007 per Chaosium e mai tradotto in italiano, ha raggiunto in questi ultimi anni quotazioni di mercato piuttosto alte e ad oggi risulta un’impresa pressoché impossibile trovarlo a prezzi più o meno ragionevoli.
La domanda che molti si chiedono a questo punto è: ma ne vale la pena? Si tratta davvero un supplemento così indispensabile? Continua a leggere

Frammenti di Paura e la struttura narrativa del gioco di ruolo contro quella della fiction

FRAMMENTI_DI_PAURA

Tra i primi supplementi tradotti in italiano per il Richiamo di Cthulhu oggi andiamo a recuperare Frammenti di Paura, un modulo di 3 avventure brevi uscito all’inizio degli anni 90. Bisogna precisare che queste, nell’edizione americana, erano originariamente soltanto 2 e che La ballata del morto venne aggiunta da Stratelibri probabilmente per dare più sostanza al tutto.

Il motivo per cui vi voglio parlare di questo modulo però non riguarda la sua qualità. E a tal proposito ve lo dico subito: le avventure di questo Frammenti di Paura sono tutt’altro che eccezionali. La ballata del morto è uno scenario discreto con un setting nel mondo del jazz potenzialmente interessante ma che resta estremamente guidato. La valle dei quattro templi poi (la più lunga) ci viene presentata come il capitolo finale di una fantomatica campagna Continua a leggere

Il Mistero nell’opera di Lovecraft e classifica dei 9 migliori Mystery Movie

Tra gli elementi fondamentali della narrativa di Lovecraft uno dei più importanti è senza dubbio il Mistero. C’è qualcosa di ancestrale nell’istinto dell’uomo a portare la sua mente e il suo sguardo verso tutto quello che, senza spiegazione, esce dall’ordinario. Non è solo curiosità, è qualcosa di più profondo.Qualcosa che possa aggiungere tasselli a quel quadro incompiuto che è la nostra conoscenza. Guardiamo alla storia e vediamo che gli esseri umani hanno sempre avuto bisogno di proiettare il pensiero oltre l’ostacolo della realtà. Miti, leggende, religioni, favole, romanzi, giochi di ruolo. Forse in fondo non siamo davvero convinti che quello che vediamo, tocchiamo, siano i confini dell’esistente. Forse in fondo qualcosa dentro di noi non vuole rassegnarsi, ha bisogno di sognare che ci sia qualcos’altro…

Ecco una nostra classifica di 9 film che hanno saputo raccontare, attraverso storie differenti, l’affascinante tema dell’attrazione verso il Mistero.  Continua a leggere

Guida Definitiva a tutte le edizioni del Richiamo di Cthulhu RPG

Ok, forse definitiva è un po’ troppo, ma visto l’immenso sbattimento per scrivere questo articolo sento di meritare un titolo altisonante.

Il primo grande quesito che ogni neofita del Richiamo di Cthulhu RPG si trova ad affrontare al momento del suo ingresso in questo fantastico gioco di ruolo ideato da Sandy Petersen per Chaosium, è quello della scelta del manuale. Decisione spesso non semplice vista la considerevole quantità di materiale in circolazione. Partiamo quindi con questa guida/cronologia che ha lo scopo di essere una bussola per orientarsi all’interno di un mare fatto di edizioni americane, edizioni italiane, riedizioni, edizioni speciali e chi più ne ha più ne metta.

1981 – Prima e Seconda edizione (USA, 150 pagine, copertina morbida, B/N)
call-of-cthulhu-second-edition-box-cover
Era il lontano 1981 quando la prima edizione boxata del Richiamo di Cthulhu si apprestava a lasciare un segno indelebile nel mondo dei giochi di ruolo. Con la seconda edizione, sempre dello stesso anno, vennero corrette alcune regole sulla creazione Continua a leggere

Il Richiamo di Cthulhu RPG, Settima Edizione – Recensione veloce

cthulhu7

Uno degli eventi più importanti avvenuti negli ultimi anni nel mondo del gioco di ruolo del Richiamo di Cthulhu è sicuramente l’uscita della nuova edizione made in Chaosium.
Senza perdere troppo tempo a ripassare la storia di tutte le precedenti versioni pubblicate, americane e italiane, (per le quali scriverò presto un articolo specifico con tutti i confronti del caso) arriviamo subito al dunque: com’è questa settima edizione? Continua a leggere

Talking like a flapper – Lo slang femminile degli anni 20

2018-07-07 16.10.54

Uno dei più importanti fenomeni sociali degli anni 20 è stato senza dubbio quello dell’emancipazione femminile. Sovvertendo i valori di un’America vittoriana fatta di mogli devote e morigerate, le donne dei roaring twenties abbandonano i corsetti per passare ad abiti leggeri, comodi e scollati, andare ballare fino a tardi nei jazz club, bere alcolici (proibizionismo permettendo), fumare, avere rapporti occasionali e in generale Continua a leggere

I bianchi degli anni 20 sono tutti razzisti? (#cthulhuRPG)

Tra gli elementi più caratteristici degli anni ruggenti, insieme al jazz, Broadway, il Cotton Club, le flappers, i mitra thompson e Al Capone, vi è anche quello, orribile, del razzismo. Siamo in un periodo in cui non solo gli afroamericani vengono legalmente discriminati ma in cui, in alcuni stati, si adoperano ancora autentiche barbarie come il linciaggio e la flagellazione.

Queste informazioni però creano spesso l’idea, specialmente nelle persone meno informate, che il razzismo negli anni 20, sicché legale e largamente diffuso, debba rappresentare un tratto inevitabile di ogni personaggio che si vuole interpretare quando si gioca al Richiamo di Cthulhu. Capita di leggere o sentire cose come “Negli anni 20 c’era il razzismo quindi, per essere fedeli al periodo storico, i personaggi dei giocatori devono necessariamente parlare e comportarsi da razzisti”.

In realtà no. Continua a leggere

Terrore dalle stelle, lampade, incenso e i Reami del Sogno di H.P. Lovecraft #RPG

Tre volte Randolph Carter sognò la meravigliosa città, e tre volte venne portato via mentre si trovava ancora sull’alta terrazza che la dominava. (H.P. Lovecraft, La ricerca onirica dello Sconosciuto Kadath)

Terrore_dalle_stelle

Iniziamo a parlare del Richiamo di Cthulhu, il gioco di ruolo, e lo facciamo con uno dei primissimi moduli di avventure, uscito in italia nei primi anni 90, per arrivare ai bizzarri Reami del Sogno del ciclo di Randolph Carter.
L’intenzione era di partire allontanandoci per il momento dai prodotti più famosi (come I mille volti di Nyarlathotep che sono sicura conoscete tutti) per puntare i riflettori su quelli minori, spesso sottovalutati, di cui si parla meno.

Terrore dalle stelle infatti, pur non avendo Continua a leggere

Lovecraft nel cinema e guida a 10 film lovecraftiani

Se Edgar Allan Poe nel diciannovesimo secolo ha rappresentato la massima espressione nel racconto dell’orrore umano, quello interiore, che nasce dentro di noi e ci fa diventare mostri, Lovecraft porta il suo sguardo all’esterno, verso il freddo buio del cosmo e le sue galassie sconosciute. Un uomo di fronte all’insopportabile immensità dell’infinito, che spinge la mente e il pensiero là dove non dovrebbero mai essere condotti. E facendo questo getta le basi per tutta quella che sarà la fiction di genere dei nostri giorni. Un contributo così importante da poter quasi affermare che quasi tutto l’horror e il fantahorror che abbiamo visto al cinema fino ad oggi sia in qualche modo debitore delle visioni dello scrittore di Providence.

E parlando di cinema, quali sono stati i registi che hanno saputo imprimere al meglio nella cellulosa le tematiche lovecraftiani?

Una discussione che qui al Miskatonic Mystery Café non potevamo lasciarci scappare ed eccovi una nostra personalissima lista di 10 film, dal peggio al meglio, dedicati o ispirati alle opere di H.P. Lovecraft. Continua a leggere